MEMORY

MEMORY
Date ed Orari: 
da Lunedì, 20 Ottobre, 2014 (Tutto il Giorno) a Sabato, 25 Ottobre, 2014 (Tutto il Giorno)
QUANDO  20-25 ottobre 2014 
COSA  Esibizione dal vivo di Graffiti Writing e Street Art
DOVE Milano, muri perimetrali CAM Garibaldi (Via Strehler, Corso Garibaldi)

 

MEMORY

Memory sarà realizzata nell’ambito della seconda edizione di BRERART, iniziativa dedicata all’arte che si svolgerà dal 22 al 25 ottobre 2014 a Milano.

Memory è un progetto ideato da Alessandro Mantovani, curatore dell’Associazione Culturale Stradedarts, con esperienza ventennale nel mondo della cultura urbana. L’evento, che consiste nella realizzazione di opere di Graffiti Writing e Street Art, sarà dedicato al ricordo di quelle persone che hanno perso la vita lottando contro tutte le mafie che infestano e affliggono il nostro Paese.

L’intervento prevede la realizzazione di opere di Graffiti Writing e Street Art sul muro di Via Strehler e di Corso Garibaldi, rappresentando i visi (tra i più simbolici e famosi, esempio: Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa, Peppino Impastato, Pippo Fava....), di coloro che hanno perso la vita, abbinati a scritte “stile graffito” a tema.

Durante tutta la realizzazione dell’opera è possibile far intervenire qualche associazione specializzata sul tema, per approfondimenti e creare dibattiti con la cittadinanza all’interno degli spazi CAM Garibaldi.

È intrinseco all’iniziativa il valore di divulgazione sociale, culturale e artistico, teso a migliorare il rapporto tra istituzioni e artisti legati al mondo “Street”, mostrando ai più giovani una visione e una via più costruttiva e consapevole del loro agire in rapporto e rispetto della città e la comunità. Inoltre, si creano le basi, come già avvenuto in altre città europee e italiane, per trasformare Milano in città ricca di “muri d’autore”, incrementando naturalmente l’offerta culturale e di tour artistici per i turisti.

ASSOCIAZIONE CULTURALE STRADEDARTS

Stradedarts rappresenta i migliori artisti italiani legati al mondo dei Graffiti Writing che hanno sa- puto portare il proprio talento anche su tela, entrando nelle più importanti gallerie e musei nazionali e internazionali, dopo anni di splendidi lavori sui muri urbani. L’associazione Stradedarts è specializzata nell’organizzazione di esibizioni dal vivo e mostre di Post Graffitismo e Street Art grazie a un’esperienza ventennale maturata nel mondo della cultura urbana. Suoi gli ultimi eventi legati a questa cultura che hanno visto la partecipazione record di oltre 250 artisti (il più grande mai visto in Italia), per la riqualificazione dell’intero muro di Viale Caprilli (oltre 1,5 km) dell’Ippodromo del Galoppo in collaborazione con la società Trenno.

ARTISTI

Gli artisti selezionati sono tra i migliori per disciplina legati all’associazione, già riconosciuti a livello nazionale ed internazionale per la qualità dei loro lavori sui muri delle nostre città.

KAYONE

Uno dei writer italiani della prima ora, KayOne, classe 1972, ha cominciato nel 1988 a 15 anni. Pio- nere a Milano quando i graffiti comparivano solo nelle serie riciclate dei telefilm americani e quando le tendenze impiegavano cinque anni per attraversare l’Oceano, KayOne passa gran parte del suo tempo lavorando come Art Director e dipingendo quadri. Fondatore agli inizi degli anni ‘90 della prima fanzine italiana di Graffiti Writing Tribe Magazine, non ha mai abbandonato la sua passione per l’arte e il writing, che fa parte ancora oggi della sua quotidianità, organizzando e partecipando a numerose manifestazioni di writing ed eventi artistici in tutta Italia e all’estero, ultima la sua parteci- pazione alla 55a Biennale di Venezia.

ACME 107

Sviluppa l’arte di strada nei primi anni ‘90, nella sua peculiarità di forme tridimensionali e figurativi iperealistici. La comunità ne riconosce il valore artistico abbastanza per commissionare diversi muri in via di sviluppo e in disegni di grande valore paesaggistico e dimensioni, facciate cieche di interi edifici passando anche alle riqualificazioni di aree urbane, design di locali e altro. Nel 2010 è stato riconosciuto nella Fondazione Cologni Arte e Mestieri in qualità di giovane talento, Maestro d’arte decorativa. Negli ultimi anni durante la sua maturazione artistica decide di portare il suo stile urbano su tela, ultima la sua partecipazione alla 55a Biennale di Venezia.